Condividi

Frasi del libro Lo Zahir

 
Di Tamara Rigotti. 20 novembre 2020
Frasi del libro Lo Zahir

Lo Zahir è un romanzo, con sfumature autobiografiche, dello scrittore brasiliano Paulo Coelho. È stato pubblicato nel 2005 e, come i suoi libri precedenti, i temi principali sono il pellegrinaggio, l'amore e la conoscenza di sé stessi. Scritto originariamente in portoghese è stato tradotto in più di 44 lingue. Il titolo del romanzo è un'appropriazione del titolo del racconto El Zahir di Jorge Luis Borges, pubblicato originariamente nel 1949.

La moglie scompare misteriosamente, è stata rapita, aggredita o semplicemente non era felice del suo matrimonio? Scopri in questo articolo di lefrasi.it le migliori frasi del libro Lo Zahir di Paulo Coelho.

Potrebbe interessarti anche: Frasi del libro L’Alchimista
L’amore è una forza selvaggia. Quando tentiamo di controllarlo, ci distrugge. Quando tentiamo di imprigionarlo, ci rende schiavi. Quando tentiamo di capirlo, ci lascia smarriti e confusi.
Frasi del libro Lo Zahir - L’amore è una forza selvaggia. Quando tentiamo di controllarlo, ci distrugge. Quando tentiamo di imprigionarlo, ci rende schiavi. Quando tentiamo di capirlo, ci lascia smarriti e confusi.
So che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello della schiavitù. L’unica differenza è che si paga con piacere, e con un sorriso, anche quando quel sorriso è bagnato dalle lacrime.
Il nostro mondo è circondato da uno strato di amore: "Abbiamo domato l'energia del vento, del mare, del sole. Ma il giorno in cui l'uomo saprà domare l'energia dell'amore, potrà dire di aver raggiunto un traguardo importante quanto la scoperta del fuoco".
Sono convinto che, leggendo un libro, ciascuno crei nella propria mente un proprio film, dia un volto ai personaggi, costruisca gli scenari, ascolti le voci, senta gli odori. Ed è proprio per questo che poi, quando si va a vedere un film basato su un romanzo che ci è piaciuto, si esce sempre con la sensazione di essere stati ingannati, dicendo: Il libro è migliore del film.
... il tiro con l'arco - l'unico sport che mi attira - , allorché il maestro mi ha detto che ogni lancio è pressoché irripetibile, ed è impensabile sperare di apprendere solo attraverso i tiri a bersaglio o quelli sbagliati: dobbiamo soltanto ripetere centinaia, migliaia di volte il colpo, finché ci liberiamo dell'idea di centrare il bersaglio e ci trasformiamo nella freccia, nell'arco e nel centro.
È meglio soffrire come ho già fatto in precedenza… È meglio che mi lecchi le ferite come ho fatto in passato.Soffrirò giorno e notte, notte e giorno. E questo potrà durare settimane, mesi, forse anche un anno. Finché una mattina, al risveglio, mi renderò conto che sto pensando a qualcosa di diverso, e capirò che il peggio è ormai passato. Il cuore è affranto, ma si riprenderà e riuscirà a scorgere ancora la bellezza della vita. È già successo in precedenza e accadrà di nuovo…
Frasi del libro Lo Zahir - È meglio soffrire come ho già fatto in precedenza… È meglio che mi lecchi le ferite come ho fatto in passato.Soffrirò giorno e notte, notte e giorno. E questo potrà durare settimane, mesi, forse anche un anno. Finché una mattina, al risveglio, mi renderò conto che sto pensando a qualcosa di diverso, e capirò che il peggio è ormai passato. Il cuore è affranto, ma si riprenderà e riuscirà a scorgere ancora la bellezza della vita. È già successo in precedenza e accadrà di nuovo…
Ogni uomo e ogni donna sono in connessione con l’energia che molti chiamano “amore”, ma che in realtà è la materia prima con cui è stato creato l’universo. Questa energia non può essere manipolata, è essa che ci guida dolcemente, è in essa che si concentra tutto il nostro apprendistato per la vita. Se tentiamo di indirizzarla verso obiettivi scelti da noi, finiamo in balia della disperazione, della frustrazione, dell’illusione, perchè essa è libera e selvaggia.
La sofferenza nasce quando ci aspettiamo che gli altri ci amino nel modo che immaginiamo, e non nella maniera in cui l'amore deve manifestarsi - libero, incontrollato, pronto a guidarci con la sua forza e a impedirci di fermarci.
Parlammo di tutto, tranne che d'amore, perché amavamo senza aver bisogno di parlare.
Frasi del libro Lo Zahir - Parlammo di tutto, tranne che d'amore, perché amavamo senza aver bisogno di parlare.
Lo Zahir è un pensiero che all'inizio ti sfiora appena e finisce per essere la sola cosa a cui riesci a pensare.
Nell'amore si devono costruire i ricordi. Solo così gli attimi diventano minuti, i minuti ore, le ore giorni, i giorni vita.
Non mi pento dei momenti in cui ho sofferto. Porto su di me le cicatrici come se fossero medaglie, so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello della schiavitù. L'unica differenza è che si paga con piacere, e con un sorriso - anche quando quel sorriso è bagnato dalle lacrime.
Bisogna sempre sapere quando una fase giunge alla fine. Concludere un ciclo, chiudere un uscio, terminare un capitolo: non importa come lo si definisca, ciò che conta è lasciare nel passato quei momenti di vita che sono finiti.
Libertà non è l’assenza di obblighi, bensì la capacità di scegliere e di impegnarmi in ciò che ritengo sia meglio per me.
Frasi del libro Lo Zahir - Libertà non è l’assenza di obblighi, bensì la capacità di scegliere e di impegnarmi in ciò che ritengo sia meglio per me.
Posso vivere senza di lei, ma vorrei incontrarla di nuovo, per dirle ciò che non le ho mai detto mentre stavamo insieme: "Io ti amo più di me stesso." Se riuscirò a dirle queste parole, allora potrò andare avanti, in pace – perché questo amore mi ha redento.
Se qualcuno se ne va è perché arriverà qualcun altro – io incontrerò nuovamente l’amore.
Il sesso è l'arte di controllare la mancanza di controllo.
L’essere umano deve sempre affrontare due grandi problemi: il primo è sapere quando cominciare; il secondo è capire quando fermarsi.
Se un uomo è capace di amare la propria compagna senza limitazioni né condizioni, allora rivela al mondo l’amore di Dio. Rivelando l’amore di Dio, egli amerà il suo prossimo. Amando il suo prossimo, riverserà il proprio amore anche su se stesso. È così tutte le cose torneranno al loro posto. E la storia cambierà.
I veri amici sono quelli che ci stanno accanto quando accadono le cose belle. Essi schierano dalla nostra parte, gioiscono per le nostre vittorie. I falsi amici sono quelli che compaiono soltanto nei momenti difficili, con una triste espressione di solidarietà: in realtà, la nostra sofferenza serve a consolarli per le loro vite miserabili.
Quando non ho avuto più niente da perdere, ho ottenuto tutto. Quando ho cessato di essere chi ero, ho ritrovato me stesso. Quando ho conosciuto l’umiliazione ma ho continuato a camminare, ho capito che ero libero di scegliere il mio destino.
In ogni rapporto umano, la cosa più importante è parlare. Ma le persone non lo fanno più: non sanno più sedersi per raccontare e ascoltare gli altri.
Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia: semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta, cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.
Frasi del libro Lo Zahir - Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia: semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta, cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.
Tutti sono convinti che l’obiettivo dell’esistenza sia quello di portare a compimento un piano. Nessuno si domanda se quel progetto sia il proprio, o se sia stato pensato da altri. Le persone accumulano esperienze, ricordi, cose e idee altrui – più di quanto possano sostenere. E così dimenticano i propri sogni.

Se desideri leggere altri articoli simili a Frasi del libro Lo Zahir, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altre frasi.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?

Frasi del libro Lo Zahir
1 di 6
Frasi del libro Lo Zahir

Torna su