Frasi di Anna Karenina

Frasi di Anna Karenina

Lev Tolstoj (1828-1910) è uno dei grandi miti della storia. Personaggio travolgente, fermo difensore della filosofia della non violenza, vegetariano ed anarchico convinto, Lev Tolstoj fu un autore russo, considerato uno dei più importanti scrittori della letteratura mondiale. Autore di "Guerra e Pace" e di "Anna Karenina", le sue opere si collocano all'apice del realismo russo, accanto a quelle di Fëdor Dostoevskij.

Data l'importanza di Lev Tolstoj nella cultura mondiale, oggi da lefrasi.it vogliamo rendergli omaggio con alcune delle frasi di Anna Karenina più famose che vi faranno riflettere.

Senza sapere che cosa io sono e perché sono qui, la vita è impossibile.
Lev Tolstoj
Konstantin Levin non amava parlare delle bellezze della natura né sentirne parlare. Le parole, secondo lui, toglievano la bellezza alle cose che vedeva.
Lev Tolstoj
Il mio peccato principale è il dubbio. Io dubito di tutto e mi trovo sempre nel dubbio.
Lev Tolstoj
Si volevano bene, malgrado la diversità dei caratteri e dei gusti, così come si vogliono bene gli amici incontratisi nella prima giovinezza. Malgrado ciò, come capita spesso fra persone che hanno scelto generi diversi di attività, ciascuno di loro, pur giustificando col ragionamento l’attività dell’altro, finiva col disprezzarla dentro di sé.
Lev Tolstoj
Nessuno è contento del suo patrimonio, e ognuno è contento della sua intelligenza.
Lev Tolstoj
Quando cercava d’indagare che cosa fosse e perchè vivesse, non trovava risposta e cadeva nella disperazione. Ma quando smetteva di torturarsi con questo pensiero, pareva sapesse qual era la sua ragione di vivere e perchè vivesse e agisse nella vita reale in un modo ben definito.
Lev Tolstoj
Comprendi che per me, dal giorno in cui ho cominciato ad amarti, tutto, tutto è cambiato. Per me esiste una cosa e una sola: il tuo amore. Se ho questo amore, mi sento così superiore, così salda, che ormai nulla per me può essere umiliante.
Lev Tolstoj
Che bella età è la vostra! – riprese Anna. – Mi ricordo quella nebbia azzurra che somiglia a quella che appare sulle montagne della Svizzera. Si vede tutto attraverso quella nebbia nell’età beata che è al termine della fanciullezza, dove pare che tutto debba essere così bello!… Chi non ha camminato attraverso questa nebbia?
Lev Tolstoj
Il fascino suo consisteva nell’emergere sempre dall’abbigliamento, così che l’abito indossato da lei non venisse notato.
Lev Tolstoj
Si può restar seduti parecchie ore, incrociando le gambe, nella stessa posizione, quando si sa che nulla impedisce di cambiar posizione; ma se una persona sa che deve rimaner seduto così, con le gambe incrociate, gli verranno i crampi, le gambe si stireranno e si stringeranno in quel punto dove egli vorrebbe allungarle.
Lev Tolstoj
Si può amare chi vi odia, ma non chi si odia.
Lev Tolstoj
Questo è vero… Penso continuamente alla morte. Non è forse vero che andiamo avvicinandoci alla fine e che tutto attorno a noi non è che vanità? Ti confesso che tengo molto alla mia idea e alla mia opera… Ma in realtà, pensaci! tutta la nostra vita non è altro che un po’ di muffa sulla crosta di un piccolo pianeta. Noi immaginiamo, invece, di possedere qualche cosa di grande: idee, opere! Non sono che granelli di polvere.
Lev Tolstoj
L’amore è come la scarlattina, bisogna passarci.
Lev Tolstoj
Ma sentiva che a fianco dell’amore che li legava si era stabilito tra loro il maligno spirito di una certa lotta, che lei non poteva scacciare né dal cuore di lui, né ancora meno dal proprio.
Lev Tolstoj
Sentì che nell'animo suo s’era destato il desiderio dei desideri: la malinconia.
Lev Tolstoj
Quegli attacchi di gelosia, che negli ultimi tempi la prendevano sempre più spesso, gli mettevano orrore, e, per quanto egli cercasse di nasconderlo, lo raffreddavano verso di lei, benché sapesse che la causa della gelosia era il suo amore per lui
Lev Tolstoj
Vronskij intanto, malgrado il completo appagamento di quello ch’egli aveva così a lungo desiderato, non era pienamente felice. Ben presto sentì che l’appagamento del desiderio gli aveva dato solo un granello di sabbia di quella montagna di felicità che si attendeva. Questo appagamento gli aveva mostrato l’errore che commettono gli uomini che si figurano la felicità nell’appagamento di un desiderio.
Lev Tolstoj
Levin era innamorato, e perciò gli pareva che Kitty fosse tale una perfezione per ogni riguardo, una creatura tanto più alta di ogni altra sulla terra, e lui un essere così inferiore, così nullo che non poteva ammettere il pensiero che ella stessa e gli altri lo credessero degno di lei.
Lev Tolstoj
Tutto prendeva luce da lei: era lei il sorriso che illuminava tutto, d’ogni intorno. […] Scese, evitando di guardarla a lungo, come si fa col sole, ma vedeva lei, come si vede il sole, anche senza guardare.
Lev Tolstoj
Kitty capì che bastava soltanto dimenticare se stessi e amare gli altri, e si poteva essere calmi, felici, ottimi.
Lev Tolstoj
Se il bene ha una causa, non è più bene; se ha un effetto, la ricompensa, pure non è bene. Perciò, il bene è al di fuori della catena delle cause e degli effetti.
Lev Tolstoj
Le donne sono una vite su cui gira tutto.
Lev Tolstoj
Capì che, non solo ella gli era vicina, ma che ora non sapeva più dove finiva lei e dove cominciava lui.
Lev Tolstoj
Quando si ama, si ama tutta la persona così com’è, e non come si vuole che sia.
Lev Tolstoj
Hanno inventato il rispetto per nascondere il posto vuoto dove dev’esserci l’amore.
Lev Tolstoj
Se è vero che ci sono tante sentenze quante teste, così pure tante specie d’amore quanti cuori.
Lev Tolstoj
Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.
Lev Tolstoj
Vi è un solo modo per essere felici: vivere per gli altri.
Lev Tolstoj
Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo.
Lev Tolstoj
Le donne sono la principale pietra d'inciampo nell'attività dell'uomo. È difficile amare una donna e allo stesso tempo concludere qualcosa. Per questo c'è un mezzo d'amare comodamente senza ostacoli: il matrimonio.
Lev Tolstoj
Socchiudeva gli occhi, proprio quando si trattava delle questioni intime della sua vita. “Proprio come se li socchiudesse dinanzi alla sua vita, per non vedere tutto
Lev Tolstoj
Io infelice? – ella disse, accostandosi a lui e guardandolo con un entusiastico riso d’amore – io sono come un essere affamato al quale abbiano dato da mangiare. Avrà forse freddo, e avrà il vestito lacero; avrà vergogna, forse, ma non è infelice. Io infelice? No, eccola, la mia felicità.
Lev Tolstoj
Provava una sensazione simile a quella di un uomo che, traversato tranquillamente un precipizio su di un ponte, si accorgesse improvvisamente che il ponte è crollato e che sotto c’era un abisso. L’abisso era la vita così come è; il ponte quella vita artificiale che aveva vissuta.
Lev Tolstoj

Se desideri leggere altri articoli simili a Frasi di Anna Karenina, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altre frasi.