Tutto prendeva luce da lei: era lei il sorriso che illuminava tutto, d’ogni intorno. […] Scese, evitando di guardarla a lungo, come si fa col sole, ma vedeva lei, come si vede il sole, anche senza guardare.