Frasi di Charles Bukowski

Charles Bukowski è stato un poeta e scrittore statunitense (1920 – 1994). Ha scritto migliaia di poesie, centinaia di racconti e sei romanzi, per un totale di oltre 60 libri, da cui sono state tratte molte citazioni di Bukowski.

Le frasi di Bukowski trattano principalmente della sua vita, un mix di donne, sesso, alcol e rapporti personali con la società che lo circonda. Sono frasi vere, frasi crude che non usano giri di parole per esprimere il pensiero del poeta, associato ad una corrente letteraria detta il realismo sporco.

Charles Bukowski è uno scrittore fuori dagli schemi, e nelle sue parole troverai spesso tratti della vita quotidiana reali descritti in modo schietto, senza peli sulla lingua.

In questa pagina abbiamo raccolto le più belle frasi di Charles Bukowski.

Ordina per:

Charles Bukowski

Charles Bukowski nacque in Germania con il nome di Heinrich Karl Bukowski da padre statunitense e madre tedesca.

Trasferitosi in America nel 1923 durante il periodo della grande depressione, durante l'infanzia soffrì di timidezza e solitudine che probabilmente segnarono in maniera indelebile il suo modo di vedere e di vivere i rapporti con la società e con le altre persone.

Verso i tredici anni bevve per la prima volta il vino, l'inizio di una storia d'amore tormentata che proseguì per tutta la sua vita, e al quale sono state dedicate numerose frasi di Bukowski.

Tra le frasi celebri di Charles Bukowski, questa è la più bella frase sul vino dalla quale si capisce il suo amore (o dipendenza) per esso: “se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare; se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare; se non succede niente si beve per far succedere qualcosa”.

Non riuscendo a sfondare nel mondo letterario prese una pausa di 10 anni che lui definì “la sbronza dei dieci” nei quali, inconsapevolmente, pose le basi per il suo futuro letterario di stampo autobiografico. In questi dieci anni Bukowski non scrisse niente, nemmeno una poesia, e vagabondò per gli Stati Uniti dove trovò un lavoro come postino e altri lavori saltuari, dormendo in pensioni economiche.

Si sposò con una poetessa nel 1957 ma divorziò presto, ricominciando a bere e a scrivere poesie.

Nel 1962 fu sconvolto dalla morte del suo primo vero amore, Jane Cooney Baker, alla quale furono scritte numerose poesie di Bukowski e racconti che piangevano la sua morte.

Nel 1969 accettò un'offerta dell'editore della Black Sparrow, che gli propose 100$ al mese per tutta la vita. A questo punto Charles Bukowski come scrisse in una lettera aveva solo due possibilità: “Avevo solo due alternative – restare all'ufficio postale e impazzire... o andarmene e giocare a fare lo scrittore e morire di fame. Decisi di morire di fame. ”. In meno di un mese finì di scrivere il suo romanzo autobiografico intitolato Post Office, che lo rese celebre.

La fama raggiunta da Charles Bukowski lo portò ad imbarcarsi in numerose relazioni e storie di una notte, dalle quali nacquero molte poesie di Bukowski, fonti di numerose citazioni e frasi celebri.

La frasi, aforismi e citazioni

Le frasi di Charles Bukowski trattano principalmente temi quali il sesso, le donne, la morte, la società, le relazioni personali e ovviamente del suo rapporto morboso con il bere.

Probabilmente a causa della sua adolescenza difficile, Bukowski non ama stare con le persone e anzi, le studia, le critica e le definisce in una frase celebre come “il più grande spettacolo al mondo”.

È un anticonformista di natura, e uno tra gli aforismi di Bukowski sulle persone recita “Ovunque vada la folla tu corri dall’altra direzione. Loro si sbagliano sempre”... giusto per capire quanto amasse stare con le persone. Anzi, in un'altra frase famosa dice che ama i solitari, i diversi, quelle persone che non si incontrano mai.

Dal suo amore per il vino sono nate molte frasi di Bukowski. Una tra le più belle frasi spiega il perchè Bukowski amasse bere. Il motivo? Perchè non riusciva ad affrontare la vita da sobrio... o almeno così dice il poeta.